BLU FIOI PARTITE 2001 di Osvaldo Tagliacorto PDF Stampa E-mail
mercoledý 04 marzo 2009

Cari amici pubblichiamo le cronache che sono storia....

Buon divertimento, l'anno è il 2001 e i ns ragazzi sono in serie B ..... 

E SE VUOI PARTECIPARE ALLA DISCUSSIONE SUL RITORNO DI OSVALDO VAI AL FORUM APERTO SU FACEBOOK

http://www.facebook.com/topic.php?uid=81153426040&topic=7311

22 Aprile 2001

(ROVIGO vs BLU FIOI 14-12 / 7-13)

La lunga giornata degli scivoloni

Ben ritrovati a tutti in questa nuova edizione del Blu Fioi Tabloid, è iniziata l'avventura per lo Squadrone delle Meraviglie e per i nostri eroi sarà l'ennesima stagione all'insegna del divertimento e dei record.
La prima domenica si può definire la "giornata degli scivoloni". In un campo come quello del Rovigo, tra tane di talpe ed insidiosi cespugli rampicanti, l'incontro mattutino ha visto uscire vittoriosi i padroni di casa, abili nel saper sfruttare ogni centimetro delle loro mazze per indovinare tutti i "buchi" della difesa.
I lanciatori di Ponzano (T-Moro, Patata Pikafù e Beppe Festa) non hanno affatto sfigurato, certo, il lavoro è ancora lungo ma contro le "imbeccate" dei battitori avversari è difficile tenere un ritmo sostenuto. Il primo scivolone è quindi da addebitare alla nostra squadra che esce sconfitta 14-12 dalla gara d'apertura del campionato; poi seguono tre scivoloni dei lanciatori del Rovigo, cioè tre lanci che scivolano al centro del piatto quando nel box di battuta si trova Fedro Cerrano, diventano tre poderosi fuoricampo per il Trentaduesimo Blu Fiol che si vede direttamente in testa alla classifica dell'intera categoria quanto ad home-run.
L'altra mazza "calda" è stata quella di Ceccioli che, oltre ad aver ricevuto in maniera egregia, ha ininterrottamente spedito la palla verso gli esterni, un paio di volte è stato sfortunato ma la terza battuta è abbondantemente uscita dal campo.
Nel pomeriggio l'andamento è stato dettato dai Blu Fioi dall’inizio alla fine, in battuta abbiamo continuato ad essere costanti, facendo registrare punti in tutte le riprese; in difesa la squadra è riuscita ad essere più compatta, i rodigini non hanno potuto andare oltre otto segnature, mentre il Ponzano ne ha totalizzate ben tredici.
Benissimo nel box per Fabelo, tra i favoriti per questa edizione del Lupin D'Oro; Keno, entrato a metà gara per realizzare due valide consecutive; ed il ritrovato Mao The Luder, autore di tre ottime battute.
Lord Bigo e l'Orco Assassino hanno diretto l'incontro dal monte, dimostrando che il definitivo recupero è ormai alle porte e tempi molto duri si prospettano per i line-up dei prossimi avversari. Buone prestazioni difensive per Biffa, autore di un mitologico doppio gioco, Stilo, Cool Checco e Lele SuperMaxiPilota, con due importantissime prese al volo in corsa.
Bruido è stato il protagonista dell'ultimo scivolone del giorno, infatti durante una corsa verso la seconda-base è misteriosamente sparito; dopo l'iniziale spavento dei presenti, una velata tensione si è diffusa sugli spalti mentre nel dug-out l'attenzione è stata catalizzata dal Mago Keno che in quel momento si trovava sospeso ad un metro da terra con le gambe incrociate e gli occhi rivolti verso l'alto, il Prestigiatore sussurrava con marcato accento finlandese: "Questo è magia di annullamento particelle corporee". Forse la sua intenzione era quella di far ricomparire il n° 24 sopra il cuscino dalla base successiva, ma in realtà Bruido è riapparso esattamente nel punto in cui aveva fatto perdere ogni traccia di sè: in mezzo alla corsia! Gioco facile per la difesa e dieci frustate per il Mago ad opera di Mister Milione.
King-Kong Ezio è risultato prezioso nel bull-pen, tenendo caldi i suoi lanciatori, invece Coca Jackson ha deluso i suoi fans, che si aspettavano un balletto completamente rinnovato per il 2001 ed hanno assistito al vecchio spettacolare "uno-due con spaccata finale" che ci ha accompagnato anche lo scorso anno.
Colonna sonora del giorno: "Alba Coca" – Vasco Rossi Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

29 Aprile 2001

(BLU FIOI vs PALLADIO (VI) 16-14 / 18-5)

Doppietta vincente nell'esordio casalingo


Buongiorno Ponzano! Prime due partite sul diamante di casa e prima "doppietta" per lo Squadrone delle Meraviglie incoraggiato dallo scatenato pubblico delle grandi occasioni.
La marcia trionfale di Fedro Cerrano al comando della classifica generale dei fuoricampo dell'intera serie B prosegue a pieno ritmo, il Trentaduesimo Blu Fiol si dev'essere svegliato piuttosto incazzato domenica perché ne ha "sbattute fuori" altre tre! Si dice che il suo segreto sia il risveglio accanto a Neno, leggende metropolitane infatti narrano che sia proprio il fratellino del fuoricampista che lo riempie di schiaffoni costringendolo a chiedere pietà per non essere ulteriormente picchiato, mentre davanti ai compagni Fedro è costretto a provare la sua superiorità mandando le palline a 110 metri.
T-Moro ha lanciato i primi tre inning, non c'è stata storia per i vicentini, che hanno realizzato solo quattro punti mentre i Blu Fioi collezionavano segnature ad ogni ripresa, sembrava proprio che i padroni di casa fossero destinati a dilagare ma, dopo il calo del Settantasettesimo Blu Fiol sono saliti sul monte di lancio Patata Marcuja (l'uomo dal soprannome itinerante, c'è "Patata" fisso e poi una variabile a seconda dell'umore di chi scrive) e Pokemon Patrick. I due rilievi hanno avuto serie difficoltà ad entrare nella zona dello strike permettendo così agli avversari di siglare otto punti e i Blu Fioi sono stati clamorosamente sorpassati 13-12.
Mr. Milione aveva ancora una carta da giocare e senza alcuna indecisione ha mandato in pedana l'Orco Assassino che, sfruttando l'alta temperatura, ha diretto la difesa fino al termine, sgranocchiando il line-up di Vicenza e concedendogli un solo ulteriore punto.
Nel frattempo però è stato il momento di Stilo (1 fuoricampo), rinvigorito rispetto a domenica scorsa, che ha battuto la valida del sorpasso e poi ha segnato il punto del "più due". Le mazze di Mao The Luder e Bruido hanno fatto il resto ed anche il n° 3 ed il n° 24 hanno registrato il loro primo HR stagionale. La partita è finita 16-14, e la prima è andata!
Nel secondo incontro, l'indiscusso protagonista è stato Lord Bigo, che in tutte e sette le riprese ha eliminato "al piatto" complessivamente dodici battitori del Palladio.
Tutta la difesa ha giocato come ci si aspettava, il diamante (Biffa, Fabelo, Keno e Cool Checco) non ha avuto nessun indugio e gli esterni, a parte in un'occasione (in cui dallo stregato guanto di Lele SuperMaxiPilota è letteralmente scappata una pallina), hanno fatto il loro lavoro con la determinazione di sempre.
Ceccioli ha ricevuto la mattina e ha ricoperto il delicato ruolo di battitore-designato nel pomeriggio; Road Runner Mariòl si è portato in testa alla classifica del Lupin D'Oro, è entrato a sostituire un corridore ed ha rubato immediatamente due basi, in difesa è riuscito ad evitare abilmente un compagno con un doppio salto mortale carpiato per permettergli una presa al volo.
King-Kong Ezio è stato rocciosamente onnipresente; Coca Jackson ha aderito allo sciopero dei controllori di volo dopo che un talent-scout di Las Vegas gli ha promesso che lo farà arrivare alle stelle; il Mago Keno invece si è avvalso della facoltà di sciopero prevista dal contratto generale di lavoro della categoria dei prestigiatori privati, per protestare contro l'apertura della caccia al fenicottero-istrice in Nuova Patagonia.
Colonna sonora del giorno: "Il cielo in un Coca" – Gino Paoli Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto


13 Maggio 2001

(BLU FIOI vs EUROPA 6-14 / 15-5)

La doppia faccia dei Blu Fioi


Mattina e pomeriggio sono sembrati due giorni diversi, in due posti diversi, in tempi diversi e addirittura alla presenza di persone diverse; nella prima partita infatti i Blu Fioi hanno perso una gara che avrebbero potuto vincere senza difficoltà se la squadra avesse avuto la stessa grinta di quella che ha disputato il secondo incontro.
Nonostante un avvio folgorante di Patata Mark Owen sul monte, già nel secondo inning il n° 69 ha dovuto cedere il posto a Pokemon Patrick che ha resistito tutta la parte centrale per poi essere a sua volta rimpiazzato da T-Moro nel finale.
Il totale di quattordici punti subiti poteva essere più contenuto ma quest'anno sembra di essere destinati a dover lottare a suon di battute, e sono state proprio queste a fare la differenza; nel pomeriggio abbiamo segnato 15 punti in otto riprese, la mattina no, ed ecco spiegata la sconfitta.
Ci sono comunque state delle note positive, Biffa ha giocato una delle sue più belle prove difensive; Lele SuperMaxiPilota e Mao The Luder ha fatto registrare altri due homer per i Blu Fioi!
La vera rivelazione della giornata è stata però la prestazione di Fedro Cerrano a difesa del cuscino di prima base, l'intuizione di Mr. Milione è stata ancora una volta azzeccata e, dopo aver rilevato Cool Checco (sempre ottimo in difesa ma un po' fuori fase nel box), il Trentaduesimo Blu Fiol ha dimostrato tutta la sua abilità di presa "acciuffando" ogni tiro dei compagni nella sua direzione, venendo immediatamente ribattezzato "La Piovra 32".
Passiamo alla seconda partita, quello che ci voleva era forse un po' più di tranquillità durante il gioco e soprattutto una potenza extra alla partenza, a questo punto è stata provvidenziale la rinascita di Coca Jackson ed il suo balletto, anziché di festa per la vittoria, è stato propiziatorio.
Mariòl sta ritrovando la condizione atletica; Fabelo ha sfoggiato la sua nuova arma: la battuta "batto-o-non-batto", che gli consente di colpire la palla in un punto morto del campo dopo aver deciso di rinunciare alla sventolata; Bruido ha alternato egregiamente battute ben piazzate a battute sul suo stesso piede sinistro; Ceccioli invece si è trovato nei panni del "Paladino dello Sguardo Puro", infatti la sua principale preoccupazione è stata quella di tenersi costantemente informato su chi lo guardasse male.
Lanciatore partente: Beppe Festa, decisivo nella settima frazione di gioco quando si è trovato le basi cariche di friulani e nessun eliminato, la temperatura è salita e l'Orco Assassino è tornato a ringhiare dall'alto del monte, 1-2-3 strike-out di fila e i Blu Fioi sono restati sul 10-5.
Il Mago Keno ha introdotto la magia de "La trasformazione della leggenda in realtà", questa tecnica esoterica gli ha permesso di rendere operante la leggenda dei danzatori samoani che si dice siano visibili attraverso le pupille di chi ha appena battuto un fuoricampo. Stilo (anche lui vittima di una mattinata stregata) ha definitivamente sbriciolato le residue speranze degli avversari con un fuoricampo da due punti e tutti sono stati testimoni, per il tramite dei suoi occhi, di una coordinata e ritmica esibizione di otto indigeni delle Isole Samoa vestiti solo di una gonnellina di paglia colorata.
Lord Bigo ha sostituito il Ventesimo Blu Fiol senza concedere niente e l'ottavo attacco è stato scandito dai puntuali validi dello Squadrone delle Meraviglie, 15-5 e partita chiusa anticipatamente per manifesta superiorità.
Colonna sonora del giorno: "Cocao Meravigliao" – Renzo Arbore Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto



19 Maggio 2001

(ALPINA TERGESTE vs BLU FIOI 14-11 / 13-5)

Due sconfitte che non rendono giustizia

La fredda giornata di Trieste si è conclusa senza vittorie per i Blu Fioi ma, a ben vedere, i nostri eroi meritavano molto di più sia per l'impegno che per la voglia di vincere che hanno dimostrato.
Patata Marghella è partito sul monte ed è successo il miracolo, la sua palla veloce riusciva magicamente ad entrare nella zona dello strike ed i battitori dell'Alpina non sono riusciti a realizzare più di cinque punti finché il Sessantanovesimo Blu Fiol è rimasto a lanciare.
Già nella seconda ripresa lo Squadrone delle Meraviglie aveva riempito le basi senza riuscire a mettere a segno punti, ma la costanza doveva prima o poi dare i suoi frutti ed infatti, continuando a cercare il riscatto si è passati dapprima a 5-3 e poi l'inning successivo c'è stato il sorpasso: 9-5!
La partita si era ormai definitivamente scaldata, Lele SuperMaxiPilota ha spedito due palline consecutive in fondo al campo, Ceccioli la mandato la sfera a "baciare" la recinzione, Keno è sembrato rinato e colpiva i lanci come ai vecchi tempi, e Fabelo, oltre ad una perfetta prova in difesa, ha fatto vedere che può essere un brutto cliente per il lanciatore avversario.
Lord Bigo ha rilevato Patata a metà gara, i triestini dal canto loro non hanno mai smesso di battere forte e si sono riportati in vantaggio; è stato proprio sull'11-9 che i Blu Fioi hanno però perso l'occasione che poteva riportarli "sopra" (e forse definitivamente): Un eliminato, corridori in prima e seconda base, Stilo alla battuta e, con una doppia rubata in corso, il ricevitore di tutt'e due le partite ha battuto una "linea" tesissima giusta addosso al difensore di prima base che, quasi per istinto, l'ha presa al volo e con un semplice tocco del sacchetto ha fatto due eliminati in un microsecondo.
Entrambe le formazioni hanno continuato a cercare la vittoria, l'incontro è proseguito avvincente per concludersi col risultato di 14-11, ma tutti i presenti sanno che l'Alpina è stata "graziata".
La seconda gara ha avuto come protagonisti tutti i lanciatori rimasti a disposizione di Mr. Milione: T-Moro per due riprese ha tenuto gli avversari a 1, è stato anche colpito da una battuta e senza scomporsi ha eliminato eroicamente il corridore in prima; Beppe Festa è stato toccato più del solito a causa di un risentimento muscolare che si è riproposto per l'occasione; Pokemon Patrick ha dato il tutto per tutto, anche se c'è ancora molto da fare ha dimostrato che il talento non gli manca; infine Ceccioli ha rispolverato i suoi terra-aria, da lui stesso ribattezzati "crocche chi-mi-guarda-male?!".
Mao The Luder ha continuato a sparare palline verso gli esterni ed in difesa ha preso quasi tutto (quel "quasi" è riferito alla battuta che lo ha costretto a realizzare una complicatissima evoluzione contorsionistica con tuffo a volo d'angelo nel finale). Mariòl ha sostitiuito Fedro Cerrano (che sabato ha battuto "a sprazzi" ed è stato oltretutto colpito in pieno malleolo dal lanciatore), mentre Biffa ha ceduto un po' nella seconda partita e Cool, autore di un paio di giochi spettacolari, ha lasciato il posto a Lord Bigo che, ereditando l'inconfondibile stile del compagno, è riuscito nell'impresa di battere un valido con l'intercooler oltre il diamante.
King Kong Ezio e Neno Cerrano sono stati preziosi nel bull-pen e Coca Jackson non si è risparmiato quand'è arrivata l'ora del suo balletto propiziatorio, questa volta con delle spettacolari varianti.
Colonna sonora del giorno: 24.000 Coca – Adriano Celentano Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

27 Maggio 2001

(PONTE DI PIAVE vs BLU FIOI 5-9 / 16-3)

Il derby finisce pari


Una vinta ed una persa nell'attesissimo "derby della Marca", i Blu Fioi hanno dato tutto nella prima partita e hanno subìto il caldo nell'incontro pomeridiano.
La mattinata inizia col turbo, un doppio di Fabelo (tra i migliori in campo) e due minuti più tardi un fuoricampo di Stilo porta in vantaggio la sua squadra 2-0. In difesa c'è Lord Bigo sul monte e i battitori di Ponte ne fanno le spese, il Sessantaseiesimo Blu Fiol continua a non concedere niente fino a più di metà gara mentre i suoi compagni, ripresa dopo ripresa, rispondono alle battute degli avversari con altrettante "smazzate" ed il margine di vantaggio aumenta costantemente.
Bigo viene rilevato da Pokemon Patrick, che però non riesce a tenere il ritmo del suo predecessore e deve essere a sua volta sostituito da Ceccioli, i lanci del n° 00 si dimostrano da subito all'altezza della situazione e l'incontro termina con i Blu Fioi in vantaggio 9-5.
Nel pomeriggio il caldo si fa sentire di più, il dug-out dello Squadrone delle Meraviglie è puntato direttamente dal sole ed incomincia a circolare la voce che un'epidemia proveniente dall'Asia Minore, a causa di una forte corrente d'alta quota, sia stata trasportata fino a Ponte di Piave; la voce di corridoio inizia ad avere dei riscontri oggettivi in campo e i giocatori di Ponzano sembrano venire contaminati uno dopo l'altro, il primo che ne subisce le conseguenze è Patata Marcantonio.
Il n° 69 inizia a lanciare e cede quasi immediatamente, il virus intercontinentale ha degli effetti diversi a seconda di chi viene colpito, in Patata ad esempio si manifesta in una sudorazione ascellare così intensa che i suoi movimenti vengono impediti al punto tale da non riuscire a controllare il lancio.
Così Beppe Festa sale sul monte già nel primo inning, ma il vantaggio accumulato dal Ponte consente alla squadra di casa di giocare con maggior tranquillità e soprattutto di sfruttare le cattive condizioni dei Blu Fioi, dovute appunto al tremendo virus.
A Fedro Cerrano provoca un restringimento della calotta cranica che lo costringe ad abbandonare il campo; Biffa integra la mancanza di soluzioni saline nel suo organismo con quattro torte al cacao e ventidue pasticcini alla marmellata; a Keno implodono i polpacci ed è costretto a saltellare invece di correre; Cool Checco ha delle allucinazioni che gli fanno perdere ben due segnali del coach; Mr. Milione è impotente di fronte allo sconosciuto male e, desolato, si rifugia in panchina con una bottiglia di vino rosso ed un game-boy.
Mao The Luder, Lele SuperMaxiPilota e Bruido non sembrano invece soffrirne e continuano la loro bella partita come se niente fosse mentre Lord Bigo, in campo come battitore-designato, è l'unico che riesce addirittura a trarre dal virus dei benefici, si trasforma in Bigo Il Figo ed ogni volta che si presenta nel box spedisce la palla oltre la difesa, alla fine il pubblico gli chiede a gran voce il fuoricampo ma il n° 66 si lamenta che il lanciatore è costretto a giocarlo "sporco" perché lo teme.
T-Moro chiude la partita sul monte, ma ormai i giochi sono fatti, siamo sotto di otto lunghezze e il nuovo pitcher non viene nemmeno aiutato, nell'ultima frazione di gioco, Ponzano fa quattro valide consecutive senza realizzare nemmeno un punto!
King Kong Ezio e Neno Cerrano sono stati sempre a disposizione e Coca Jackson ha fatto le sue evoluzioni in trasferta; domenica prossima si gioca in casa contro il Ronchi, tutti danno per spacciati i nostri eroi e non ci resta che aspettare una settimana per contraddire i pronostici.
Colonna sonora del giorno: "Nessuno mi può giudiCoca" – Caterina Caselli Remix

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

3 Giugno 2001

(BLU FIOI vs RONCHI 0-12 / rinviata)

"Luponano", l'uragano di Ponzano


Solo uno dei due incontri in programma è potuto essere disputato e purtroppo era quello sbagliato.
I Blu Fioi hanno subìto una pesante sconfitta durante la mattina e, a causa della bufera che si è scatenata nel pomeriggio, non hanno avuto la possibilità di riscattarsi.
C'è poco da dire della prima partita, a parte due valide di Fabelo, una di Keno, cinque riprese lanciate da Patata Marcofustemberg (suo record personale) e due da Ceccioli che sta ritrovando la sua forma migliore sul monte, nient'altro si può raccontare se non una devastante prestazione del pitcher avversario che è stato l'unico fin'ora a tenere a bocca asciutta le mazze di Ponzano.
Tutti si aspettavano un'altra musica nella seconda gara, infatti il risultato era solo 2-1 per i friulani, e i Blu Fioi avevano già dimostrato di volersi rifare. Purtroppo però nulla si è potuto contro l'uragano soprannominato "Luponano" dai quotidiani locali, che si è abbattuto nei pressi del campo da baseball proprio subito dopo l'inizio dell'incontro che avrebbe dovuto rappresentare la rivincita dei nostri eroi.
Durante la seconda ed ultima difesa della formazione di Mr. Milione si è inizialmente oscurato il cielo, ormai completamente coperto da un fitto manto di nubi color petrolio; poi si è sollevato un fortissimo vento che, oltre a creare delle turbìne di terra-rossa, ha sollevato e trasportato in un paese vicino una spettatrice che stava seguendo la partita. Dopo qualche minuto è arrivato lui, "Luponano", detto "lupo" perché la tromba d'aria che ne segnava l'epicentro ricordava la forma della testa del noto mammifero che popola i boschi di mezzo mondo e "nano" perché, prima di arrivare a posizionarsi sopra il terreno di gioco, aveva attraversato il Centro per il recupero di gnomi delle montagne, portando via con sè i minuti personaggi ospiti della speciale struttura (sita a Santandrà in Via i Vatussi), scaraventandoli violentemente proprio in mezzo al diamante.
Per fortuna nessuna tragica conseguenza è stata registrata ai danni dei piccoli esserini che, una volta rifocillati e rimessi in sesto, sono stati utilizzati dai Blu Fioi per una divertentissima competizione di "lancio del nano", aggiudicata da Salvatore Ingafù con un tiro da ben 6,28 metri.
Colonna sonora del giorno: "Questo piccolo grande Coca" – Claudio Baglioni Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

17 Giugno 2001

(BLU FIOI vs ROVIGO 7-10 / rinviata)

Un'altra doccia fredda per i Blu Fioi

Niente da fare neanche questa domenica per la squadra di Ponzano, che non è riuscita a contrastare il rinforzato Rovigo nella prima giornata del girone di ritorno. Gli ultras si aspettavano una partita d'orgoglio ma la rivincita si fa ancora aspettare.
Il mattino, il caldo torrenziale di metà giugno si è fatto sentire più scottante che mai, ma purtroppo l'incontro è andato ai visitors rodigini che hanno totalizzato 10 punti totali, di cui ben 6 solo nel quinto inning grazie ad un grande slam.
Lord Bigo è partito sul monte concedendo nelle prime tre riprese quattro punti, il risultato era in parità quando il n° 66 è stato rilevato da Pokemon Patrick, che inizia bene e poi concede la battuta che ha consegnato la vittoria al Rovigo.
L'errore dei Blu Fioi è stato quello di voler raggiungere il pareggio tutto in una volta, senza giocare per mettere a segno un punto per inning e fare i conti alla fine. Ceccioli ha fatto tutto il possibile nel ruolo di lanciatore da metà gara in poi, un suo lancio "chi-mi-guarda-male" di cui ha perso il controllo è riuscito anche a spaccare il caschetto di uno sfortunato battitore avversario che si trovava accidentalmente in traiettoria del terra-aria sparato dal n° 00; che in battuta ha scaraventato anche la pallina fuori dal campo.
Fedro Cerrano ha giocato in prima base e Bruido esterno destro, entrambi ottimamente; Fabelo ha fatto i suoi miracoli dalla posizione di interbase e Mao The Luder è stato sfortunato quando, dopo un tuffo, la sfera gli è rimbalzata fuori dal guantone privando il Terzo Blu Fiol della presa del secolo. Lele SuperMaxiPilota ha diretto la zona esterna dal centro, mentre Keno e Biffa hanno giocato più aggressivi del solito nel box di battuta (con due validi ciascuno).
Stilo ha giocato bene la prima partita ma è risultato troppo nervoso durante il pomeriggio, incontro che vedeva i Blu Fioi sotto di due lunghezze alla terza ripresa, quando un temporale ha mandato le due formazioni nello spogliatoio ed ha costretto di conseguenza gli arbitri a rinviare l'incontro a data da destinarsi.
Sul monte sono saliti dapprima Patata Maremma e poi Beppe Festa, sei i punti subiti ma, come detto poco sopra, i padroni di casa erano in pieno recupero, infatti la gara è stata sospesa sul parziale di 6-4 con i Blu Fioi in attacco, un eliminato e il punto del "meno uno" in terza base.
Hanno pesato anche le assenze di T-Moro e Cool Checco, limitando le scelte tecniche di Mr. Milione, le buone giocate offensive poi, sono arrivate quasi sempre a giochi fatti ed i battitori di Ponzano hanno saputo piazzare la palla nei corridoi della difesa solo quando le basi erano vuote.
Colonna sonora del giorno: "Il Coca della banda" – Jovanotti Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

23 Giugno 2001

(VICENZA vs BLU FIOI 6-22 / 7-9)

Il trionfo dei Blu Fioi

Sì, finalmente abbiamo rivisto i veri Blu Fioi nell'atteso weekend di riscatto che aspettavamo tutti da un bel po'. Lo Squadrone delle Meraviglie è tornato a vincere di prepotenza contro un Vicenza che si è trovato succube della rivincita della formazione di Mr. Milione, di nuovo al comando dello "schiacciasassi" che sapevamo solo momentaneamente improduttivo di risultati utili.
La serie negativa è stata devastantemente interrotta da un perentorio 22-6, tutti protagonisti, compresi King Kong Ezio (ricevitore), Neno Cerrano (1a base) e Coca Jackson (esterno destro) che hanno fatto il loro ingresso in campo nel finale di gara.
L'Orco Assassino ha lanciato tutte e sette le riprese della prima partita, permettendo ai padroni di casa di fare solo sei miseri punticini contro i ben ventidue della sua squadra, che nel box si è equamente distribuita le battute valide; da segnalare c'è stata innanzitutto la strepitosa gara di Lele SuperMaxiPilotaBionico, che ha finito a 5 su 6; Mao The Luder, che alla terza ripresa ha messo a segno un solo homer; Ceccioli ha colpito violentemente i lanci del pitcher e soprattutto con tempismo, quando le basi erano cariche di corridori; ed infine Stilo che, dopo una flebile volata interna ed un bunt al volo costato un doppio gioco, si è fatto perdonare con un lungo fuoricampo da due punti alla quinta ripresa.
Keno si sta sempre più ritrovando, le sue smazzate sono ogni giornata più somiglianti alle "crocche" che sapeva puntualmente piazzare tra gli esterni qualche tempo fa; un po' in ribasso invece è Fedro Cerrano che ha saputo vendicarsi solo in serata.
T-Moro, pur non avendo lanciato, è stato decisivo nel box, deve ancora ritrovare compattezza nel giro di mazza, ma le sue battute hanno sempre portato a casa preziosi punti.
Nella seconda partita è salito sul monte un convintissimo Lord Bigo, che ha tenuto il Vicenza a 3 punti per otto inning e due out, alla fine poi, affaticato, è stato sostituito da Ceccioli che ci ha regalato un finale da brivido.
Mancava un solo attacco alla formazione di Vicenza e i Blu Fioi si trovavano in vantaggio 9-3, Bigo Il Figo aveva appena ottenuto due eliminati lasciando però le basi piene in eredità al Blu Fiol n° 00, una serie di battute farcite da qualche disattenzione difensiva e i Vicentini salgono a sette punti, la situazione si fa critica, ma è lo stesso Ceccioli a far rilassare compagni e tifosi con un ultimo strike-out che consegna definitivamente a Ponzano anche gara due.
Tutto bene quel che finisce bene, l'importante era di riuscire a ritrovare la giusta tranquillità, così da portare a termine un bel campionato in vista dell'appuntamento di settembre con la Coppa Italia.
Colonna sonora del giorno: "Power to the Coca" – Public Enemy Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto


8 Luglio 2001

(EUROPA vs BLU FIOI 2-11 / 24-7)

Uno a uno a Bagnaria Arsa

Bagnaria Arsa, più arsa che bagnaria direi, a giudicare dal solleone che ha incessantemente surriscaldato il terreno di gioco per tutto il giorno. Le due formazioni si sono alternate, nella prima partita sono stati i Blu Fioi a fare da protagonisti, nella seconda invece i friulani hanno dominato dilagando nel finale.
Beppe Festa alias l'Orco Assassino ha passato i nove inning dell'incontro mattutino a sgranocchiare ad uno ad uno i battitori avversari che si presentavano davanti al piatto di casa-base, gli unici due punti segnati dai padroni di casa sono stati dovuti a degli errori difensivi, per cui al Ventesimo Blu Fiol non si può rimproverare niente; a parte forse la troppa irruenza delle sue proteste verso l'arbitro (alla fine della seconda gara), che gli sono costate un'inutile espulsione, comminatagli tra l'altro da uno degli uomini più assurdi del mondo, l'arbitro-capo "Wowoworf", un incrocio tra un cinghiale polacco e un orso gravido in versione "Slot" dei Goonies.
T-Moro e Cool si sono avvicendati in prima-base, il n° 77 ha dato l'illusione del fuoricampo con una lunga battuta verso la recinzione, miracolosamente presa al volo in tuffo dall'esterno; invece Checco ha rotto l'incantesimo facendo rivedere ai suoi fans una battuta con l'intercooler sulla linea che ha spinto a punto un compagno.
Gli altri interni sono stati Biffa, Fabelo e il Mago Keno, rispettivamente in terza, inter e seconda-base; i tre Blu Fioi si sono ben comportati sia in difesa che in attacco, piazzando a turno delle belle valide. Stilo ha battuto bene in mattinata concludendo a 4 su 5, ma non ha retto fisicamente la seconda partita; King Kong Ezio lo ha infatti rilevato, rischiando anche di battere una gran crocca lungo-linea che è purtroppo finita in zona di foul.
A parte Lele SuperMaxiPilotaBionico e Bruido, esterni impeccabili e sempre pericolosi nel box, il re del giorno è stato Mao The Luder, che non solo ha acciuffato tutto il possibile nella zona esterna del campo ma, nel ruolo di battitore, ha scaraventato ben due palline fuori dal campo, arrivando ad un solo homer da Fedro Cerrano, che con un totale di 6 HR guida la speciale classifica. Il n° 32 è entrato nel primo incontro giusto in tempo per portare a casa due punti e poi ha spedito senza indugio la palla sulla rete.
Lord Bigo ha ricoperto il ruolo di battitore designato, ci ha provato in tutti i modi, con bunt, batti-e-corri, volate agli esterni e strike-out, e alla fine Mr. Milione gli ha detto: "Tu sei un buon lanciatore, metti subito a posto quella mazza e scaldati il braccio". Sul monte infatti ha tenuto l'Europa a sei punti per metà gara, poi il caldo si è prepotentemente fatto sentire e né lui né i rilievi Patata Marcucuxclan e Pokemon Patrick sono riusciti a contenere gli avversari, che hanno totalizzato 24 segnature.
Domenica prossima la squadra "primavera" sarà impegnata in un torneo in Sardegna (ospitati dai micro-sardi di Alghero) e i Blu Fioi ospiteranno l'Alpina Trieste, noi non abbiamo niente da perdere mentre i triestini non possono permettersi passi falsi, questo fa di noi una grossa minaccia per gli avversari, staremo a vedere.
Colonna sonora del giorno: "Sotto questo Coca" – Ladri di Biciclette Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

15 Luglio 2001

(BLU FIOI vs ALPINA (TS) 0-8 / 3-30)

Tutti vogliono battere il Nettuno

Nonostante la doppia sconfitta subita contro la capoclassifica Alpina Trieste, tutta la società è in festa per lo storico risultato ottenuto ad Alghero (Sardegna) dalla formazione Primavera di Ponzano, accompagnata da Mr. Milione a disputare un torneo nazionale al quale hanno partecipato, oltre ai Nostri, anche la squadra di casa, l'Alghero appunto, il Nettuno e l'Anzio.
Ponzano, pur classificandosi al quarto posto per differenza punti, è riuscita a battere nientepopodimeno che il Nettuno! proprio così, quel maledetto Nettuno che ci ha tolto due volte la possibilità di disputare la finalissima per il titolo italiano di categoria. Questo storico risultato è e sarà motivo di vanto per tutta la società, che sta già preparando un cartellone di 27x130 metri riportante il risultato dell'incontro a lettere cubitali gialle e blu, che verrà attaccato ad un meteorite che secondo le previsioni si abbatterà nel 2003 nei pressi del campo del Nettuno.
Da segnalare c'è anche la coppa per il Miglior Lanciatore del Torneo assegnata meritatamente al talento di Ponzano Pokemon-Patrick!
La prima squadra ha così immediatamente dimenticato la brutta giornata di domenica.
Nella gara del mattino il punteggio poteva essere diverso, anche ribaltato, l'Orco Assassino ha infatti messo a segno 12 strike-out e fino alla settima ripresa il tabellone segna-punti riportava il parziale di 1-0.
Troppi uomini lasciati in base (oltre dieci) e zero punti siglati hanno fatto la differenza, ma la partita è stata comunque decisa da un paio di errori difensivi, forse dovuti alla tensione, che hanno permesso all'attacco giuliano di realizzare sei punti in un solo inning.
Nella seconda partita non c'è stata storia, le mazze dell'Alpina hanno cantato dall'inizio alla fine, sul monte si sono alternati T-Moro, Patata Marcolinobanfi e Ceccioli, ma un po' tutta la formazione è stata rimaneggiata: Stilo ha sostituito Biffa in terza; Fedro Cerrano è stato subito sostituito perché accusava dei tremendi crampi alla rotula; Lord Bigo è entrato come esterno destro al posto di Mao The Luder; Patata ha ricoperto il ruolo di esterno centro in vece di Lele SuperMaxiPilotaBionico; Bruido ha indossato maschera e schinieri per dirigere l'incontro da dietro il piatto di casa-base; Keno, Fabelo e Cool sono stati gli unici a rimanere fedeli alla tradizionale posizione difensiva.
Attenzione però, c'è stato l'ingresso in campo di Coca Jackson che, con zero errori ed un bellissimo kappone, è risultato il migliore dei Blu Fioi! Dovrebbe essere servire da esempio ai compagni soprattutto il suo riscaldamento pre-battuta, con la classica sventolata su un piede solo a cui anche Lorella Cuccarini si è ispirata per realizzare la scenografia del suo nuovo musical teatrale.
Colonna sonora del giorno: "Nella vecchia fattoria, ia ia Coca" – Canzone tradiz. Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

22 Luglio 2001

(BLU FIOI vs PONTE DI PIAVE 4-3 / 5-3)

Soli al terzo posto!

Per la prima volta nella storia del Ponzano i Blu Fioi sono riusciti a vincere due partite contro i "cugini" del Ponte, e adesso siamo soli soletti al terzo posto in classifica, dopo aver scavalcato i nostri diretti avversari di domenica e staccando il Rovigo con cui dividevamo la quarta posizione.
Prima partita dominata da Beppe Festa, trasformatosi per l'occasione nel famigerato Orco Assassino, nove inning lanciati e praticamente nulla concesso al line-up del Ponte, senz'altro in netta ripresa rispetto all'avvio di stagione il Ventesimo Blu Fiol si sta togliendo adesso molte soddisfazioni, per la sua gioia e per quella dei tifosi.
L'attacco ha visto un po' tutti protagonisti, infatti la vittoria è stata sancita dalla compattezza del collettivo così come vuole il baseball, i Blu Fioi hanno piano piano accumulato i quattro punti che gli hanno permesso di aggiudicarsi l'incontro, costruendo ogni segnatura con l'esperta guida di Mr. Milione, che si è fatto anche brillantemente espellere durante il pomeriggio.
Da ricordare è lo scontro frontale che ha coinvolto Fabelo e Mao The Luder, nel quale il secondo ha avuto la peggio, dopo una corsa per prendere una corta volata infatti il n° 3 si è schiantato sul nostro interbase rimanendo per qualche attimo a terra; una volta ripresosi il Terzo Blu Fiol ha detto: "Mi sentivo come avvolto in un manto peloso, era come un tunnel con una luce alla fine, quando ho raggiunto quella luce però mi è apparso Patata che mi ha tranquillizzato confermandomi che eravamo ancora in vantaggio, sono riuscito a trattenere il fortissimo istinto di picchiarlo ed ho raggiunto il dug-out".
Cool Checco e T-Moro si sono alternati in prima base, mentre Keno ha giocato entrambe le gare in seconda, buona la sua prestazione in battuta nel mattino e stupendi anche i due kapponi del pomeriggio.
Stilo ha ricevuto, verso metà partita poi ha ricevuto, nel finale ha ricevuto e si narra che abbia ricevuto anche durante la pausa pranzo; nel pomeriggio invece ha potuto esprimere al meglio le sue potenzialità nel ruolo di ricevitore e quindi ha ricevuto sia la seconda gara che numerosi insulti dal pubblico. Per fortuna si è tolto la soddisfazione di minacciare l'ex compagno Devis quando ha cercato di rubare la terza base, gli ha promesso che gli avrebbe estirpato il mignolo del piede destro se ci avesse riprovato e il Lupin D'Oro 1999 ha tentato di nuovo, a fine incontro zoppicava...
Fedro Cerrano come tradizione vuole è entrato per spingere a punto il 4-2, confermandosi l'uomo giusto a risolvere situazioni critiche; Bruido e Lele SuperMaxiPilotaBionico hanno giocato in modo impeccabile rispettivamente all'esterno sinistro e centro, mentre Neno Cerrano e King Kong Ezio hanno tenuto caldi i rilievi, tra i quali vegetava Pokemon Patrick, reduce da un ustione di primo grado per aver tentato di cucinare dei biscotti, peccato però che si sia inavvertitamente chiuso dentro il forno insieme ai suoi biscotti per due ore.
Biffa è stato più decisivo che mai in terza e Lord Bigo si è lanciato sette riprese della seconda partita, rilevato nel finale da Ceccioli che, oltre a far vedere che è ancora in possesso del suo lancio-missile "chi-mi-guarda-male", ha spedito la pallina ben oltre la recinzione proprio nel momento in cui serviva sbloccare il risultato che stazionava sul 2-2 dall'inizio. Ci ha pensato poi Fabelo a scaraventare la sfera dietro l'esterno per fissare a cinque i punti totali per i Blu Fioi.
Colonna sonora del giorno: "Funiculì FuniCocà" - Canzone tradizionale campana Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto


28 Luglio 2001

(RONCHI vs BLU FIOI 12-1 / 4-0)

L'orgoglio giallo-blu

Nonostante la doppia sconfitta in terra giuliana i Blu Fioi conquistano matematicamente il terzo posto. La notturna-thriller di sabato ha dimostrato a tutti che possiamo dare del filo da torcere a chiunque e tutta l'attenzione adesso è catalizzata sulla Coppa Italia di settembre, recupero col Rovigo a parte (che comunque poterebbe solo raggiungerci in classifica e giammai sorpassarci).
La prima partita è stata decisa all'inizio, Pokemon Patrick non è risultato completamente guarito dall'ustionante esperienza col forno della nonna e ha concesso sei punti, troppi da recuperare al Ronchi, sul monte è quindi salito Lord Bigo, che è riuscito a distribuire le altre sei segnature nel corso dell'incontro. Nel finale però abbiamo avuto il piacere di rivedere Fedro Cerrano in pedana e, dopo un breve rodaggio, il Trentaduesimo Blu Fiol ha scagliato le sue crocche d'un tempo verso King-Kong Ezio, esemplare nella sua prima vera partita in serie B.
La difesa è stata impeccabile in entrambe le gare, Biffa è stato il muro di terza-base, Keno ha difeso la seconda senza mai fallire e Lele SuperMaxiPilotaBionico ha scorrazzato in lungo e in largo per la zona esterna del campo acciuffando ogni oggetto che precipitava nei suoi dintorni, è stato formidabile soprattutto quando ha afferrato per il collo il conducente di un deltaplano che si è avventurato in un volo radente sopra il nostro n° 99, che lo ha dapprima bloccato con entrambe le mani e poi lo ha fatto stramazzare al suolo.
Cool Checco ha sostituito Stilo in prima-base e Patata MarcoTarricone ha giocato esterno sinistro, giusto giusto per beccarsi una cannonata sul guanto, diversamente è andata per Bigo Il Figo che aspettava una volata per fare una presa acrobatica e invece al terzo inning ha rincorso una gazza-ladra che gli aveva rubato il cappellino.
Stilo ha ricevuto la seconda gara ed è riuscito a battere l'unica valida per la sua squadra, che è stata guidata da un Orco Assassino più velenoso che mai, concedendo solo due punti agli avversari, gli altri due sono stati infatti conseguenti ad un errore di T-Moro che fino a quel momento non aveva sbagliato niente e si è giustificato dicendo che uno spettatore lo aveva momentaneamente accecato direzionando verso di lui la luce di un riflettore mediante uno specchietto.
Ceccioli è stato il battitore-designato e Fabelo stava per cambiare il corso della partita con un bel line-drive preso direttamente dall'interbase giuliano, se quella bella battuta fosse stata spostata di un metro avremmo segnato il punto dell'1-0 e la tensione avrebbe potuto giocare dei brutti scherzi al Ronchi, che invece ha potuto contare sulla fortuna e sui lanci del proprio pitcher, autore di una prova memorabile (ovviamente proprio contro di noi!).
Neno Cerrano ha preparato i compagni, Mao The Luder ha aiutato Mr. Milione a dirigere la squadra dal box del suggeritore e Coca Jackson, col fare esperto di un latin lover, ha distribuito consigli agli altri Blu Fioi; il n° 14 quest'estate inizierà a tenere una rubrica settimanale su Donne Moderne nel quale tutte le lettrici si potranno rivolgere a lui per farsi indirizzare nelle più disparate situazioni amorose, l'appuntamento con il nostro esperto sarà intitolato "Coca in Rosa" e probabilmente ci concederà di riproporre in occasione dei Tabloid dell'anno venturo alcuni resoconti delle storie più interessanti.
Colonna sonora del giorno: "Sapore di Coca" – Gino Paoli Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

SE VUOI RILEGGERE OSVALDO PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE SU FACEBOOK , DIVENTA FAN DEI BLU FIOI !!!!! 

 

COPPA ITALIA 2 Settembre 2001

(BLU FIOI vs ROVIGO 7-3)

Esordio vincente in Coppa Italia

Inizia con una vittoria la Coppa Italia dei Blu Fioi, il girone di qualificazione vede impegnati i Nostri Eroi contro il Rovigo ed il Vicenza. Il primo ostacolo è stato abbattuto senza troppe difficoltà, adesso rimane la sfida decisiva contro la compagine vicentina, da disputarsi sabato sera prossimo proprio in casa avversaria.
Lord Bigo ha lanciato complessivamente sette riprese e i tre punti subìti sono stati dovuti a delle disattenzioni difensive, la più curiosa è stata quella che ha coinvolto il Mago Keno, in seconda-base, che si è visto arrivare una pallina battuta rasoterra che, quando si trovava davanti a lui, ha acquistato la sembianza di un tricerotopo rectilus e gli si è divincolata tra le gambe.
Il n° 90 ha commentato così a fine gara: "Non so cosa sia succeso ma la palla mi è sembrata un ammasso di peli molto setolosi e non ho potuto far niente per acciuffare quel velenoso batuffolo".
Beppe Festa ha chiuso senza problemi l'incontro, ormai già deciso dopo le prime riprese da un gran homer di Ceccioli (DH) e due lunghe battute di Mao The Luder.
Mr. Milione ha indovinato in pieno la formazione, sapendo ben valutare la forma attuale degli uomini a sua disposizione, Keno si è vendicato della svista iniziale con una bella linea nel finale e Biffa ha giocato come terzo battitore e non ha deluso le aspettative con due valide.
Un po' di sfortuna invece ha perseguitato Lele SuperMaxiPilotaBionico, Fabelo e Stilo che hanno più di una volta "centrato" i difensori di Rovigo con dei pungenti line-drive in diamante, Fedro Cerrano ha spinto la palla verso l'alto, graziato una volta dal sole che ha accecato l'esterno destro e un'altra dall'esterno sinistro che è stato accecato dal suo manager dopo l'errore.
T-Moro e Cool Checco hanno fatto la ormai classica staffetta in prima-base e il Settantasettesimo Blu Fiol ha poi rilevato il suo compagno numero tre a difesa della zona esterna del terreno di gioco.
Neno Cerrano, King Kong Ezio e Pokemon Patrick sono sempre stati a disposizione della squadra mentre i tifosi giallo-blu si godevano il brillante inizio dei Blu Fioi nella tanto attesa Coppa Italia.
Colonna sonora del giorno: "E Coca bussò" – Loredana Bertè Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

COPPA ITALIA 8 Settembre 2001

(VICENZA vs BLU FIOI 5-17)

Pasticciato il Vicenza, i Blu Fioi passano il turno

I Blu Fioi, strapazzando anche il Vicenza, si sono guadagnati l'accesso alla fase successiva della Coppa Italia piazzandosi al primo posto del girone di qualificazione.
Il risultato finale (17-5) sembra non lasciare molto spazio ai commenti, invece la gara è stata molto piacevole per gli spettatori e più combattuta di quello che farebbe immaginare il punteggio. Infatti, il risultato è stato prima sbloccato da Ceccioli, che ha sparato una tremenda cannonata in campo opposto, che ha prima oltrepassato la recinzione e poi si è fermata sulla camionetta ambulante che vendeva panini fuori dallo stadio, un fortunato cliente si è quindi potuto gustare una nuova specialità ma ha richiamato l'attenzione dell'oste dicendo: "Scusi, c'è una pallina nella minestra!"
I padroni di casa hanno pareggiato solo un inning dopo, e alla fine del quarto eravamo 1-1, complici anche due battute al volo sul seconda-base vicentino che ha realizzato due doppie eliminazioni a distanza di dieci minuti l'una dall'altra.
Ma tutti sapevano che non sarebbe potuta andare così per molto, Biffa continuava a battere valide davanti all'esterno centro, Lele SuperMaxiPilotaBionico sparava i lanci del pitcher in ogni zona del campo e Fedro Cerrano e Stilo fino ad allora avevano sempre colpito bene la palla ma non erano riusciti a direzionare le battute nei punti giusti.
Tre punti segnati alla quinta ripresa, uno alla sesta e un altro alla settima e siamo andati 6-1, ma ecco che gli avversari si sono riportati quasi immediatamente vicini con tre giri delle basi, fine del settimo: 6-4.
Mr. Milione ha allora fatto vedere di possedere la stoffa del general manager dicendo ai suoi: "Approfittiamo dell'assenza di Lord Bigo e Mao The Luder, fate finta che sulla palla ci siano impresse le loro foto e colpitele forte", da quel momento si è scatenato il putiferio che ha fruttato ai Blu Fioi ben otto punti: Cool Checco ha battuto un triplo da due punti, altrettanto per T-Moro (sabato all'esterno sinistro) ed un altro ancora messo a segno dal redivivo Mago Keno, che intanto ha già annunciato l'apertura di uno dei suoi nuovi centri esoterici a New York, dopo il successo già sperimentato a Los Angeles, Tokyo, Londra, Parigi e Possagno.
Beppe Festa si è eroicamente lanciato tutta la partita concedendo alla fine solo cinque misere lunghezze agli avversari, Fabelo ha sostenuto la difesa con delle stupende giocate mentre Pokemon Partick, Neno Cerrano e King Kong Ezio hanno dato man forte ai compagni dal dug-out; Coca Jackson ha "suggerito" dalla postazione di prima-base, ma i corridori si lamentavano del fatto che il n° 14 ogni tanto citasse delle ricette culinarie di sua invenzione, cosa comprensibile dopo la sua iscrizione all'albo dei pasticceri-doc indoeuropei.
Colonna sonora del giorno: "Il Coca cannone" – F. De Gregori Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

30 Settembre 2001

(ALPINA (TS) vs BLU FIOI 11-0)

Dove sono i Blu Fioi?

Purtroppo dobbiamo rassegnarci a lasciare in anticipo la Coppa Italia dopo la schiacciante sconfitta subita a Trieste, il passaggio alla Final Four che avevamo sperato fino all'ultimo si farà attendere ancora un anno, ma passiamo all'incontro...
La formazione in campo è stata notevolmente rimaneggiata, infatti in seconda-base ha fatto il suo esordio Jimmy Andretta di Montezemolo, il giovane della Primavera imparentato con il cuoco personale del più famoso Luca Cordero di Montezemolo, che ha sostituito nel migliore dei modi il compagno mancante, a parte quando si è messo a giocare a nascondino con l'arbitro facendosi cogliere fuori dalla base, subito dopo però si è ripromesso di staccare di meno la prossima volta (è davvero un talento eh!?).
Pokemon Patrick è stato il lanciatore partente al posto dell'ammalato Orco Assassino che sembra aver contratto un particolare tipo di cimurro asiatico che di solito viene ai delfini ma di rado è stato riscontrato anche nei mufloni; Lord Bigo ha contenuto il line up di Trieste, per un inning.
Ceccioli ha lanciato così la seconda metà della gara dopo una brillante prestazione all'esterno destro, quando la pallina battuta verso di lui è caduta ha detto: "Scusate ragazzi ma mi sembrava un fungo...", infatti dall'inizio della partita Coca Jackson, King Kong Ezio e Neno Cerrano si divertivano a scagliargli contro degli champignon che estraevano di nascosto da un borsone che avevano scippato poco prima ad un contadino delle Alpi Carniche.
Buone le prestazioni di T-Moro, Mao The Luder (in terza-base!), Stilo e Fabelo (bunt valido!) ma purtroppo nessuno dei Blu Fioi ha colpito bene la palla quando serviva veramente, infatti sul parziale di 0-4 abbiamo per ben due volte lasciato le basi piene senza riuscire a far segnare nessuno.
Mr. Milione ha sfogato la sua ira contro Cool Checco che si era messo a sua disposizione per farsi percuotere dopo che il coach ha fatto un corso sulle tecniche di tortura medievali organizzato da un'associazione neo-fascista di Scaltenigo.
Evoluzioni difensive anche per Lele SuperMaxiPilotaBionico che, con le super prese al volo di domenica, si è conquistato l'appellativo di Osama Bin Lelen; adesso si sta organizzando per un "colpo" che cambierà la storia, dice che ha messo a punto un'invenzione rivoluzionaria: le bambole "auto-falcianti", cioè delle Barbie programmate per azionare automaticamente un rotore che provoca una reazione violenta (una raffica di pugni ben assestati) della bambola nei confronti del bambino che ci gioca se dovesse dire le parolacce.
Il Mago Keno e Fedro Cerrano si sono presi una pausa dopo la rissa che hanno scatenato in un pub pochi giorni fa, il primo ha detto: "Siamo stanchi, ad uno gli ho spaccato entrambe le mani con la mia mascella e ad un altro gli ho fratturato il piede con un colpo di milza".
Biffa ha visto al cinema Moulin Rouge e si è innamorato delle ballerine del celebre locale a luci rosse, allora è partito alla volta di Barcellona e quando tutti hanno tentato di spiegargli che avrebbe dovuto andare a Parigi lui ha risposto: "Beh almeno se non trovo una ballerina mi faccio un toro..." Va beh... Biffa.
Colonna sonora del giorno: "Voulè-vous Cocà avec moi?" - Ricchi e Poveri Remix.

Super vostro
Osvaldo Tagliacorto

 

VUOI IL RITORNO DI OSVALDO VAI AL FORUM E DI LA TUA..

 http://www.facebook.com/topic.php?uid=81153426040&topic=7311 

 

 
< Prec.   Pros. >

Sponsor
ELETTRAUTO PACCAGNAN MORENO
MODECOM

© 2019 Blu Fioi - Associazione Baseball Ponzano - P.IVA 01761600269
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.